Il corso di laurea magistrale in Fisica di Trento è organizzato in due curricula, o “specialità”, dedicati rispettivamente alla fisica teorica e computazionale e alla fisica sperimentale.

Per raggiungere gli obiettivi formativi previsti, il corso di laurea magistrale in Fisica dedica approssimativamente un terzo dei 120 crediti a insegnamenti fondamentali di fisica moderna, un terzo a insegnamenti per l’approfondimento delle competenze in un’area di specializzazione fra quelle in cui il Dipartimento di Fisica di Trento è impegnato con ricerche di frontiera di livello internazionale, e i restanti 40 crediti alla tesi di laurea.

É data inoltre la possibilità di conseguire un doppio titolo con l’Università di Tübingen e con la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste.

Possono accedere al corso di laurea magistrale in Fisica i laureati della classe delle lauree in Scienze e tecnologie fisiche (L30) ovvero, più semplicemente, i laureati di I livello (triennali) in Fisica. Possono anche accedere coloro che siano in possesso di una laurea di I livello di altra classe conseguita presso un ateneo italiano, nonché coloro che siano in possesso di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo, a condizione che dimostrino di possedere le competenze necessarie per seguire con profitto gli studi.