Il corso di laurea magistrale Gestione delle organizzazioni e del territorio è articolo in due percorsi:

  • Gestione delle organizzazioni
  • Gestione dell'ambiente e del territorio

L'anno accademico 2020/2021 prevede l'attivazione del primo anno solo del percorso Gestione delle organizzazioni.

Il percorso Gestione del territorio e dell'ambiente non è attivato perché dall'anno accademico 2020/2021 il Dipartimento di Sociologia e Ricerca offre un nuovo corso di studio dedicato a specifiche conoscenze e competenze: il corso di laurea magistrale Global and Local Studies.

 

Primo anno

Insegnamenti obbligatori

Insegnamento Crediti (CFU)

Antropologia culturale (progredito)

Fornire strumenti teorici e metodologici specifici per la comprensione delle culture locali, delle culture organizzative e dei rapporti interculturali

6

Sociologia del territorio (progredito)

Introdurre gli studenti alla conoscenza dei processi di trasformazione delle società urbane e rurali contemporanee nonché dei principali strumenti concettuali e degli approcci teorici/metodologici utilizzati dalla sociologia urbana e dalla sociologia rurale per analizzarli

6

Sociologia dell'organizzazione

Obiettivo del corso è fornire gli elementi teorici necessari all’interpretazione critica e personale dei processi attraverso cui diversi attori e gruppi di attori creano e riproducono dinamiche di strutturazione, coordinamento e interrelazione organizzativa.

6

Sistemi informativi

Comprendere la struttura generale dei Sistemi Informativi. Conoscere le principali metodologie utilizzate per progettare e costruire Sistemi Informativi. Capire la relazione tra scelte tecnologiche e metodologie. Conoscere i principi alla base del movimento del software libero in relazione ai sistemi informativi. Conoscere le potenzialità del Sistemi Informativi basati su Web, del Service Computing, e del web-2.0.

6

Competenze linguistiche Inglese - Livello B2

Comprendere le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel suo campo di specializzazione. Interagire con una certa scioltezza e spontaneità che rendono possibile un'interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l'interlocutore. Produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti e spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni

3

Altre attività

Seminari di credito (approfondimento di temi e metodi di ricerca, della rappresentazione multimediale del lavoro e della vita quotidiana nelle organizzazioni), stage e altre attività volte a fornire conoscenze utili all’inserimento nel mondo del lavoro

9

Un insegnamento a scelta

Insegnamento Crediti (CFU)

Governo locale

Qual è il ruolo dei cittadini in una democrazia? Quali sfide devono affrontare? Quale relazione vi è tra democrazia rappresentativa e partecipazione dei cittadini? Cosa significa deliberazione in questo contesto? Queste domande invitano a pensare criticamente a ciò che si intende con le parole “democrazia”, “partecipazione” e deliberazione”. Il corso analizzerà questi concetti e introdurrà gli studenti a nuovi strumenti e strategie utilizzati dai governi locali per includere i cittadini nel policy-making.

6

Cultura politica e democrazia

Il corso si propone di fornire: a) strumenti teorico-concettuali e metodologici per l’analisi del fenomeno; b) capacità di utilizzo consapevole e critico degli strumenti di analisi; c) bagaglio di conoscenze sul fenomeno in oggetto.

6

2 insegnamenti a scelta 

Insegnamento Crediti (CFU)

Economic and labour sociology

6

Gestione delle risorse umane

Il corso intende fornire a studenti e studentesse un corpo di conoscenze teoriche e pratiche per la gestione delle risorse umane nei contesti produttivi. In particolare, i macro-obiettivi di riferimento saranno: 1) trattare in maniera comparata i diversi approcci alle risorse umane che si sono avvicendati nel corso del tempo, in continuo dialogo con il dibattito socioorganizzativo; 2) fornire strumenti utili a pianificare e valutare modelli di intervento organizzativo mirati a valorizzare le risorse umane nei contesti lavorativi contemporanei.

6

Sociologia del lavoro (progredito)

Il corso si propone di fornire un quadro teorico e critico degli attuali scenari del lavoro, dedicando specifica attenzione alle recenti trasformazioni del mercato del lavoro e dell'occupazione, tra cui i processi di terziarizzazione, globalizzazione, flessibilizzazione e digitalizzazione, così come alla crescente differenziazione delle caratteristiche e delle esperienze di lavoratori e lavoratrici. Verranno prese in considerazione le nuove sfide che i cambiamenti in atto nel mondo del lavoro pongono ai sistemi regolativi e di welfare, così come alle pratiche di lavoro. Specifica attenzione verrà inoltre dedicata alle questioni di metodo relative allo studio del lavoro.

6

 

Secondo anno

Insegnamenti obbligatori

Insegnamento Crediti (CFU)

Previsione sociale

Fornire le conoscenze di base sulle teorie della previsione sociale e sui principali metodi adottati in ambito previsivo. Analizzare i principali trends che influenzano le realtà sociali. Sviluppare capacità di analisi critica dei presupposti implicitamente adottati nelle scelte decisionali, individuali e collettive.

6

Sociologia dei fenomeni tecnologici

Il corso ha l'obiettivo di fornire a studentesse e studenti gli strumenti concettuali ed interpretativi per comprendere criticamente il ruolo giocato dalle tecnologie in diversi mondi e processi sociali.

6

Laboratorio di ricerca su sistemi informativi

Il laboratorio si prefigge l'obiettivo di fornire agli/alle studenti un collegamento tra le pratiche di analisi e design dei sistemi informativi, le pratiche sociali, l'innovazione sociale e culturale, la ricerca sociale. La parte centrale del laboratorio sarà una sperimentazione concreta di come si possano applicare le competenze acquisite nel corso di studio nella creazione di proposte concrete di innovazione. Dove possibile, gli ambiti di lavoro saranno contesti reali. A partire dal lavoro sul campo, si svilupperanno riflessioni e proposte progettuali. Il laboratorio è pensato sia come preparazione alla tesi di laurea magistrale, sia in funzione dell'acquisizione di competenze professionali specifiche della laurea magistrale in Lavoro, Organizzazione e Sistemi Informativi.

9

Crediti a scelta dello studente

3

Altra attività

6

Prova finale

Obiettivo della prova finale è dimostrare di aver acquisito una padronanza nelle materie oggetto di studio del corso di laurea tale da consentire allo studente lo svolgimento di una tesi di laurea dal contenuto innovativo ed originale sotto la guida di un relatore. La prova finale per il conseguimento della laurea è costituita dalla discussione pubblica della tesi davanti ad una commissione giudicatrice. La valutazione complessiva finale tiene conto anche del curriculum individuale e dei voti conseguiti dallo studente.

21

Un insegnamento a scelta 

Insegnamento Crediti (CFU)

Metodi qualitativi e laboratorio di ricerca

L'obiettivo principale del corso consiste nel far acquisire allo studente le conoscenze e le competenze tecnico-metodologiche atte al rilevamento e trattamento dei dati pertinenti l’analisi sociale con metodi qualitativi e alla costruzione e gestione di progetti di ricerca. Particolare attenzione verrà posta alla messa in opera di tali strumenti in relazione a specifici ambiti e contesti territoriali e organizzativi.

9

Quantitative methods

Il corso fornirà agli studenti le competenze per affrontare diverse tematiche al centro del dibattito sociologico e della ricerca sociale odierna, utilizzando metodi e tecniche di analisi proprie di un approccio alla ricerca sociale di tipo quantitativo. Il corso tratterà temi come la connessione fra teoria ed evidenza empirica; la traduzione di un interrogativo sociologico in ricerca empirica; la scelta dei dati, dei metodi e delle tecniche più adatte per l'analisi e quindi per la validazione o meno della teoria a monte.

9

Un insegnamento a scelta

 
Insegnamento Crediti (CFU)

Digital social data

Big Data e Open Data stanno riconfigurando le competenze, i metodi, i concetti e le conoscenze accademiche, sociali economiche e politiche a livello globale. Le sfide cui sono chiamati gli studiosi e i decisori nei prossimi anni stanno proprio nella loro capacità di comprendere le potenzialità, governare la pervasività e massimizzare l’usabilità e la diffusione di questi nuovi strumenti informativi. Il corso di Digital Social Data, si divide in due parti. Nella prima parte il corso si propone di offrire un’introduzione ai diversi approcci che Informatici, Economisti, Giuristi e Sociologi adottano per affrontare questo tema a elevata complessità. Allo studente saranno fornite quelle competenze linguistiche trasversali utili ad affrontare una tematica multidisciplinare com'è quella dei Big Data. Al termine di questa parte, lo studente saprà distinguere i differenti approcci teorici/disciplinari ai tema dei Big Data; La seconda parte del corso, avrà carattere metodologico e applicato e introdurrà lo studente all'uso dei big data.In questa parte saranno fornite allo studente nozioni di programmazione e di analisi dati in R@ in contesti ad elevata complessità. Al termine di questa seconda parte, lo studente: a) saprà identificare i differenti approcci metodologici nel trattamento dei Big Data; b) saprà valutare i principali tipi di analisi che si possono condurre sui big data; c) saprà applicare i principali elementi di programmazione in R@ ai Big Data; e, d) saprà condurre in autonomia analisi elementari di dati ad elevata complessità in R@.

6

Diritto del lavoro

L’insegnamento si propone di offrire agli studenti i necessari strumenti conoscitivi relativi alla disciplina giuridica dei rapporti obbligatori nei quali la prestazione di lavoro ha ad oggetto un’attività di lavoro, prestata in modo personale o comunque prevalentemente personale, tanto nel settore privato quanto nel settore pubblico “contrattualizzato”. A tale riguardo il corso fornirà il quadro normativo della materia e delle sue fonti (legislativa nazionale e europea, contrattuale collettiva e individuale) e una guida metodolo-gica per poterne affrontare la casistica applicativa. Il corso riserverà una particolare attenzione alla crescente influenza che tra tali fonti esercita attualmente, in materia di politica sociale, l’Unione europea e alle riforme strutturali che, nel volgere di pochi anni, hanno profondamente modificato l’assetto disciplina.

6

Economia delle istituzioni

Il corso ha tre obiettivi formativi principali: 1. Introdurre gli studenti all’Economia delle Istituzioni, partendo dagli aspetti definitori e proseguendo con un breve excursus storico dell’evoluzione della disciplina, dal vecchio approccio istituzionalista di Thorstein Veblen e John Commons, al neo-istituzionalismo di Ronald Coase e Oliver Williamson. Questa parte del programma si occuperà di istituzionalismo in generale, anche se l’approccio dei costi di transazione verrà usato come trait d’union tra la parte generale e la seconda parte del corso che si occupa dello studio delle organizzazioni. Qualche spazio verrà anche riservato agli altri approcci eterodossi che accompagnano l’evoluzione dell’istituzionalismo, e cioè l’economia evoluzionista e l’economia del comportamento (behavioral economics) 2. La teoria istituzionalista dell’impresa. In questa parte del corso ci si concentrerà sulla teoria dell’organizzazione, sull’impresa, e sull’azione imprenditoriale. Oltre all’approccio neo-istituzionalista dei costi di transazione, verranno introdotti gli altri approccio più influenti, cioè l’impresa intesa come nexus of contracts e l’approccio della scuola austriaca all’azione imprenditoriale. 3. La terza parte del corso ha carattere monografico e si occupa dell’economia delle organizzazioni del terzo settore, cioè organizzazioni non-profit, imprese sociali e imprese cooperative. Di tale organizzazioni si traccia la storia e se ne approfondisce la natura economica e la portata sociale, confrontandole con le imprese di tipo convenzionale, cioè con le imprese commerciali. In questa parte del programma verrà anche dato spazio all’approccio di Elinor Ostrom allo studio delle risorse naturali come beni comuni. Tale approccio, benché non si occupi di organizzazioni imprenditoriali in senso stretto, ha assunto un peso sempre maggiore nello studio della governance delle organizzazioni del terzo settore.

6

Costruire progetti e interventi nel welfare locale

6

Questioni di genere nella ricerca politica e sociale

Il corso si propone di introdurre agli strumenti analitici, concettuali e teorici propri degli studi di genere. In particolare il corso si focalizza sulle implicazioni dell’adozione di una prospettiva di genere negli ambiti della ricerca politica e sociale, alla luce del dibattito accademico nazionale e internazionale.

6

Sociology of innovation

L’insegnamento si propone di fornire agli studenti gli strumenti teorici e analitici di base per comprendere i processi di innovazione tecnologica in chiave sociologica. Scopo del corso è infatti di introdurre gli studenti alle principali teorie e griglie di analisi dei processi innovativi per sviluppare la conoscenza sia delle determinanti sociali delle innovazioni sia delle implicazioni sociali delle stesse. Al termine del corso ci si aspetta che gli studenti acquisiscano: • La conoscenza dei principali approcci allo studio dei processi innovativi • La capacità di valutare criticamente i diversi filoni di analisi dei processi innovativi • La capacità di riconoscere le determinanti sociali di questi processi • La capacità di riconoscere criticamente gli effetti sociali delle innovazioni • La capacità di applicare le conoscenze teoriche per analizzare le dimensioni e le implicazioni sociali delle innovazioni tecnologiche.

6

Sociology of collective action

L'azione collettiva dei cittadini a supporto di specifiche cause ed obiettivi si è affermata negli ultimi decenni come una delle modalità dell'agire politico. Questo vale sia per le società occidentali che per altre aree geopolitiche.

6

Space and culture

The course aims to provide an introduction to major concepts, theories and issues in contemporary social theory concerning socio-spatial phenomena and the study of urban cultures. Participant students will take part in class discussions of papers and in the design of a small research exercise to be carried out jointly. The aim is to develop research skills in ethnographic settings and connect them back to urban study scholarship. The course is entirely premised on creating a committed group of active students who aim to discuss and experiment. This is why a constant level of participation is called for.

6

Storia delle istituzioni politiche (progredito)

L'insegnamento si propone di introdurre gli studenti alla comprensione delle vicende storiche e politiche che hanno strutturato il sistema amministrativo locale dello Stato unitario italiano.

6

Storia sociale (progredito)

Obiettivo del corso è la comprensione dei principali eventi che hanno interessato la storia sociale contemporanea globale. L'obiettivo sarà perseguito attraverso l'approccio alle fasi più significative della storia, contestualizzate nei diversi ambiti nazionali e con riflessioni mirate sugli aspetti politici - sociali - economici. Speciale attenzione verrà posta alla cornice del patrimonio immateriale, in relazione al problema globale dell’inquinamento –ecocriticism, nella prospettiva della Environmental History per European cultural heritage year 2018.

6

Network and organizations

This course discusses how social network analysis (SNA) is used to study intra- and interorganizational research questions. - At the intra-organizational level, we will focus on social network relations (such as trust, knowledge sharing, gossip, and conflict) between employees, their origins and their impact on individual and group outcomes (such as performance, well-being, creativity, and job satisfaction). - At the interorganizational level, we will focus on network relations (such as sharing resources, and coordination) between organizations (including NGOs, companies, and governmental organizations) to understand collaboration, innovative outcomes, or their impact on policy influence. This course has three main objectives/aims: a) students will be introduced to the main theoretical contributions of social network analysis to study intra- and interorganizational research questions; b) students will become familiar with the different measures and methods to explore such social network research questions; c) students will develop the ability to apply their knowledge to specific network data.

6

Communication, science and tecnology

Sviluppare le capacità di utilizzare concetti e strumenti delle scienze sociali per analizzare a) le trasformazioni generali del rapporto tra tecnica e comunicazione e b) i caratteri specifici dei processi di comunicazione della scienza e della tecnologia nelle società contemporanee.

6

Storia della scienza

Il corso si propone di fornire un’introduzione approfondita ma non tecnica ad alcuni temi centrali della rivoluzione intellettuale che, tra Cinquecento e Settecento, ha dato origine alla scienza moderna. Verranno presi in considerazione autori e opere dal De revolutionibus (1543) di Copernico al Sidereus nuncius (1610) Galileo. I testi saranno contestualizzati al dibattito scientifico e al milieu storico, intellettuale e religioso in cui vennero prodotti, con specifico riferimento ai progressi dell’astronomia e al più ampio dibattito filosofico sorto intorno ai temi della nuova scienza (per esempio, Giordano Bruno). Al termine del corso, gli studenti avranno acquisito una conoscenza approfondita, basata sulla lettura dei testi originali (e non semplicemente di ricostruzioni storiche dei fatti) del dibattito sulla natura, lo scopo e i limiti della ricerca scientifica nella prima età moderna. Ci si attende che lo studente sia in grado di: — comprendere come sia evoluta l’idea di scienza, e che cosa la caratterizzi attraverso le sue molte trasformazioni; — leggere e comprendere, in originale o in traduzione, le opere di alcuni dei protagonisti della Rivoluzione Scientifica; — consultare testi specialistici di storia della scienza; — presentare una relazione approfondendo un argomento specifico presentato nel corso; — sostenere un colloquio sui temi trattati, discutendo passi specifici e collocandoli nel loro contesto appropriato.

6

 

Aggiornato il
2 Luglio 2020