MyUnitn
  • Livello: Laurea di secondo livello
  • Classe del corso: LM-23 Classe delle lauree magistrali in Ingegneria Civile
  • Lingua in cui si tiene il corso: Italiano
  • Modalità di accesso: accesso libero, con verifica dei requisiti di ammissione
  • Sede: Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, via Mesiano, 77 38123 Trento

Obiettivi formativi 

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile è orientato alla preparazione di una figura professionale capace di affrontare problemi complessi e avanzati dell’ingegneria civile. Il corso di studio, anche attraverso una scelta effettuata dallo studente tra differenti orientamenti, mira ad un approfondimento delle conoscenze principalmente nei seguenti settori:

  • progettazione, analisi, realizzazione e controllo delle strutture in ambito civile e industriale, con riferimento a materiali tradizionali (calcestruzzo, acciaio, legno) o avanzati e con particolare attenzione alle azioni eccezionali (fuoco, sisma ecc.) (orientamento strutture);
  • riabilitazione delle strutture civili ed industriali, anche con riferimento agli edifici di interesse storico o monumentale (orientamento riabilitazione);
  • progettazione, manutenzione, controllo e ripristino di opere infrastrutturali, quali strade, ponti e opere idrauliche, di opere di fondazione superficiali e profonde (orientamento infrastrutture e geotecnica);
  • progettazione integrata dell’edificio, con particolare riguardo agli aspetti connessi al risparmio energetico, alla realizzazione e manutenzione degli impianti tecnici (termici, elettrici, meccanici) in ambito civile (orientamento progettazione integrata).

Profili professionali 

Il laureato magistrale in Ingegneria Civile potrà trovare occupazione presso studi professionali e società di progettazione avanzata di opere, impianti ed infrastrutture, presso imprese di costruzioni, Enti e Uffici Pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo del patrimonio edilizio, di sistemi urbani e territoriali, di sistemi di trasporto.

Altri sbocchi professionali riguardano l'assunzione di compiti e responsabilità dirigenziali in aziende nel campo delle costruzioni, nei trasporti e nelle comunicazioni, nonché la libera professione individuale.

I crediti formativi conseguiti nella laurea magistrale in Ingegneria Civile sono integralmente riconosciuti per l’accesso alla Scuola di Dottorato in Ingegneria dei Sistemi Strutturali Civili e Meccanici.

Studi che si possono intraprendere dopo la laurea

Per il settore dell’Ingegneria Civile, l’offerta formativa dopo la laurea magistrale prevede il dottorato di ricerca in Ingegneria dei Sistemi Strutturali Civili e Meccanici che si articola in vari curricula con l’obiettivo di fornire una preparazione indirizzata all’attività di ricerca o ad una attività professionale di alta qualificazione.

Oltre a frequentare i corsi previsti nella didattica del dottorato, i dottorandi partecipano attivamente all’attività di ricerca dei gruppi in cui sono inseriti e possono svolgere periodi di studio all’estero.

Aggiornato il
23 Novembre 2018