MyUnitn

Al fine di favorire un apprendimento multidisciplinare, sviluppare capacità di discussione e di elaborazione critica, acquisire competenze operative e potenziare le competenze trasversali, la didattica utilizzata dai docenti MaST integra le lezioni frontali con: 

  • laboratori interdisciplinari 
  • incontri con imprenditori ed esperti
  • gruppi di discussione con docenti del corso ed esperti esterni
  • visite aziendali e viaggi di studio 
  • tirocini formativi personalizzati in Italia e all’estero 
  • possibilità di svolgere periodi all’estero per ricerca tesi.

Laboratori interdisciplinari

Per aiutare gli studenti ad interiorizzare l’approccio multidisciplinare necessario al management della sostenibilità vengono organizzati 4 laboratori che richiedono agli studenti l’applicazione delle competenze acquisite in due corsi distinti al fine di imparare a “analizzare, valutare, creare”. Agli studenti viene posta una “research question” alla quale devono trovare risposta attraverso la ricerca personale e di gruppo ed, in alcuni casi, con attività di elaborazione di dati in laboratorio.

Questi laboratori vengono svolti nelle ultime 3-4 settimane del semestre sotto la guida dei 2 docenti titolari dei corsi coinvolti. Durante l’attività di laboratorio gli studenti lavorano in piccoli gruppi, interfacciandosi con i docenti e con esperti delle tematiche sulle quali svolgono l’attività di analisi. I risultati del laboratorio sono presentati e discussi in classe alla presenza dei docenti e di eventuali esperti esterni.

Il filo conduttore dei laboratori è la misurazione della sostenibilità e la progettazione di una gestione orientata alla sostenibilità. La tabella seguente illustra come i 4 laboratori interdisciplinari sono distribuiti temporalmente nel biennio e quali corsi coinvolgono.

Distribuzione dei laboratori interdisciplinari nel biennio

Laboratorio

Semestre

Corsi coinvolti

Economia dell’ambiente e del territorio

Statistica per le decisioni economiche e il management

Marketing turistico e territoriale

Storia economica del turismo

Management delle imprese di servizi e turistiche

Sistema di gestione e certificazione per la qualità e l'ambiente

Management delle destinazioni turistiche

Metodi per la rilevazione e l’analisi delle preferenze/scelte dei consumatori

Esempi di laboratorio interdisciplinare

Cosa ne pensano gli studenti

Imparando dagli imprenditori

Confrontarsi in un contesto informale con chi opera quotidianamente nelle aziende e sul mercato è sicuramente molto stimolante e arricchente per gli studenti. Per questo motivo MaST organizza cicli di incontri informali con giovani imprenditori e consulenti durante la pausa pranzo, in cui i relatori presentano la loro esperienza e si confrontano con gli studenti
Il primo ciclo di incontri dell’a.a. 2015-2016 è stato intitolato “A pranzo con l’imprenditore”.  I relatori, con le loro le presentazioni snelle e concrete hanno testimoniato come un’idea imprenditoriale possa crescere in una piccola o grande realtà.
Il secondo ciclo di incontri, cogliendo anche i suggerimenti espressi dagli studenti, ha ampliato la varietà degli interlocutori nell’ottica di rafforzare una visione multidisciplinare ai problemi. 

Nell’a.a. 2017-18 gli incontri con imprenditori e consulenti hanno testimoniato le possibilità professionali nel campo della consulenza green e della applicazione della blockchain al management della sostenibilità.

Il calendario degli incontri è disponibile nel box di download

Foto seminario Barilla

 

Scoprire percorsi: dialoghi col professore

Per offrire percorsi inusuali di “navigazione e scoperta” all’interno delle singole discipline, a partire dal secondo semestre 2017 agli studenti MaST sono proposti dei seminari tematici offerti dai docenti.

Per gli studenti saranno preziose occasioni di confronto su approcci e strumenti aggiuntivi rispetto a quelli discussi all’interno dei corsi e didialogo e stimolo, anche in previsione della stesura della tesi.

Il calendario degli incontri è disponibile nel box di download.

Workshop per acquisire soft-skills

Da parte del mondo del lavoro viene sempre più richiesto di coniugare la preparazione professionale con l’acquisizione di competenze trasversali (soft skills) come la capacità di lavorare in gruppo e di risolvere problemi. 

In collaborazione con il servizio Job Guidance dell’Ateneo di Trento, agli studenti Mast vengono proposti alcuni workshop operativi volti a conoscere e sperimentare individualmente e in gruppo alcune tecniche di problem solving creativo. 

In particolare viene proposto il “Metodo dei sei cappelli” di Edward De Bono che costituisce un valido strumento per generare idee innovative attraverso il confronto con tutte le sensibilità e le competenze presenti all’interno di un gruppo di lavoro.

  1. Workshop introduttivo al “Metodo dei sei cappelli di Edward De Bono” (Haidi Garulli)
  2. Workshop applicativo del metodo dei sei cappelli di De Bono per la valutazione della fattibilità delle proposte emerse dal laboratorio “Creare un club di prodotto "I Grand Hotel delle Alpi” 

Tirocini personalizzati

Il tirocinio è un momento fondamentale nel percorso universitario perché permette agli studenti di tradurre nella pratica i contenuti appresi durante i corsi, mettere alla prova le proprie capacità trasversali, sondare i settori lavorativi nei quali si intende inserirsi e costruire la propria carriera lavorativa. Per cominciare con il piede giusto bisogna partire dalle proprie motivazioni, conoscere le proprie competenze e quelle richieste dalle aziende, capire in quale ruolo e con quali mansioni è possibile inserirsi e che cosa si vuole “portare a casa” da questa esperienza. 

Per questo MaST ha avviato una collaborazione con TSM, Trentino School of Management, che attraverso colloqui individuali permetterà a ciascuno studente di progettare e personalizzare il tirocinio, conciliando le proprie aspettative con le esigenze delle aziende. Lo stage, effettuato sotto la guida di un tutor aziendale e di un tutor accademico, potrà essere svolto in ambito locale, nazionale o internazionale e avrà una durata minima consigliata di 12 settimane.

Viaggi studio e visite aziendali

I viaggi di studio e le visite aziendali rappresentano un’importante occasione di incontro con gli attori che operano sul territorio e per conoscere dall’interno organizzazioni ed imprese orientate alla sostenibilità e particolarmente innovative.
MaST organizza un paio di visite di studio per ogni anno accademico.

Visita al Touriseum di Merano (14 Dicembre2015)

Accompagnati dal prof. A Leonardi, professore di storia del turismo e dal Dr. Patrick Gasser attuale direttore di Castel Trauttmansdorff, gli studenti hanno visitato il Touriseum di Merano, il primo museo dell'arco alpino interamente ed esclusivamente dedicato alla storia del turismo.

E’ stata una bella opportunità di entrare in contatto con le scelte strategiche e scientifiche necessarie alla creazione e alla gestione di una struttura culturale di questo tipo. Il confronto con il direttore Gasser ha dato luogo ad un vivace dibattito sul significato di questo tipo di museo, sulla sua importanza scientifica e sulle scelte di gestione operativa. Gli studenti hanno apprezzato gli allestimenti e interagito con i dispositivi multimediali che coinvolgono attivamente il visitatore.

La discussione è proseguita più informalmente e in modo conviviale in un locale tipico meranese, cogliendo anche in questa occasione l’opportunità di apprendere nella pratica, in gruppo, con un confronto diretto e costante con i docenti.

Visita all’APT di Fiemme a Cavalese e a LaSportiva di Ziano (30 maggio 2016)

Il prof. Martini, docente di Marketing turistico e territoriale, ha organizzato due incontri-studio in Val di Fiemme. Il primo con Bruno Felicetti, Direttore dell’Azienda per il Turismo della Valle di Fiemme, ha consentito agli studenti di apprezzare, oltre che la capacità di creare un’offerta turistica molto attraente, la capacità di fare sistema e di integrare le politiche turistico/ricettive nella più ampia dimensione socio/economica della valle. 

Il secondo incontro è stato con La Sportiva, impresa leader a livello internazionale nel settore dei prodotti per la montagna, in particolare delle scarpe per l’arrampicata. Il dott. Alessandro Tedoldi (laureato qualche anno fa proprio alla Facoltà di Economia di Trento!), dopo avere illustrato le principali tappe della storia dell'azienda, ha accompagnato il gruppo in una visita allo stabilimento produttivo, dove sono realizzati i modelli top di gamma delle scarpe per l'arrampicata e l'alpinismo. E’ seguito poi l'incontro con Lorenzo Delladio, Presidente e CEO della società, che ha presentato agli studenti la visione, gli obiettivi e le linee strategiche dell'azienda, sottolineando gli aspetti dell'appartenenza territoriale e della rilevanza della collocazione geografica.

Il viaggio di studio si è concluso con un momento conviviale in un locale tipico che ha consentito agli studenti di commentare e di scambiare opinioni e progetti.

Foto visita a Salcheto

Visita all’azienda vitivinicola Salcheto a Montepulciano (Siena) (24 novembre 2016)

Il primo viaggio-studio MaST fuori regione è stato suggerito da Emma Arzilli, studentessa del secondo anno, ha avuto come meta un’azienda vitivinicola che ha fatto della sostenibilità il principio guida di tutte le sue attività: dalla coltivazione del vigneto, alla vinificazione e l’imbottigliamento del vino, alla costruzione sia della cantina, sia del vecchio casale ristrutturato  a fini ricettivi. Il dott. Manelli, titolare dell’azienda, ha guidato studenti e studentesse nella visita alla struttura produttiva spiegando come l’adozione convinta dei principi della sostenibilità ambientale e sociale portano al successo. Durante la visita in cantina il dott. Manelli ha illustrato anche come la sua impresa sia ispirata all’innovazione realizzata sia acquisendo brevetti (per es. quello della Nasa per l’illuminazione naturale, risparmiando costi per l’energia), che attraverso strategie di co-progettazione o utilizzo di materiali che favoriscono il risparmio energetico.

Gli studenti hanno toccato con mano come la cultura della sostenibilità e dell’innovazione sia condivisa da dipendenti e collaboratori (dall’imprenditore a chi si occupa della vendita diretta), accomunati dalla stessa passione e competenza.

La degustazione dei vini godendo della splendida vista sul borgo di Montepulciano e la camminata tra i vigneti hanno ulteriormente ripagato studenti e professori del lungo viaggio in pullman.

Viaggio studio a Rimini per gli “Stati Generali della Green Economy 2017” (7 novembre 2017)

Rimini stati generaliGli studenti e docenti di MaST hanno partecipato agli Stati Generali della Green Economy ad Ecomondo presso la Fiera di Rimini. Nella sessione plenaria è stata illustrata la Relazione sullo stato della Green Economy 2017 e il documento delle Policy Recommendation.

Nel pomeriggio gli studenti hanno seguito le sessioni parallele che hanno affrontato le principali tematiche inerenti la transizione alla green economy (www.statigenerali.org/). Significative risultano alcune riflessioni degli studenti: 
«L'Unione Europea spinge con convinzione verso uno sviluppo che abbandoni progressivamente l'approccio lineare "cradle to grave" in favore di quello circolare "cradle to cradle": oltre ai vantaggi in termini ambientali, questo porterà miglioramenti anche in termini di competitività delle economie degli stati membri.» (Sandro Giuliari, student MaST al II anno).
«La protezione dell’ambiente richiede un’azione collettiva attraverso il coinvolgimento sia del soggetto pubblico, come guida e coordinatore per orientare questa transizione, sia del privato.

Le imprese sono chiamate ad essere protagoniste, proponendo soluzioni e sviluppando partnership con gli altri attori. Ciò consentirebbe l’avanzamento verso 4 obiettivi: un’economia low carbon ed efficiente nell’uso delle risorse; il mantenimento degli asset naturali; il miglioramento della qualità di vita delle persone; l’introduzione di policy appropriate per cogliere le opportunità di una green growth.» (Alex Mancini, studente MaST al I anno)

Visita al Touriseum di Merano e all’albergo Al Cervo - Zum Hirschen (10 Novembre 2017)

Unsere frau im walde

Il Prof. Andrea Leonardi, ha accompagnato gli studenti MaST nella scoperta Storia economica dell’affermazione del turismo in area alpina, mirabilmente ricostruita al Turiseum.

La disponibilità del Dr. Gasser, direttore del museo, ha permesso di avviare un confronto sulla rilevanza del fenomeno turistico in questo delicato territorio e sui temi della sostenibilità.

Seconda tappa del viaggio studio è stata Unsere Liebe Frau im Walde/Senale, nell’area tedescofona dell’alta Val di Non per visitare un’azienda alberghiera, la zum Hirsch che ha saputo integrarsi con il territorio e attivando una rete di micro produttori all’insegna della qualità dei prodotti e della differenziazione culturale dell’offerta.

Il confronto con il responsabile della struttura, Mirko Mocatti, ha fatto cogliere dal vivo agli studenti pregi e opportunità di un’offerta turistica nel segno della sostenibilità e della valorizzazione delle risorse del territorio. 
Foro Unsere frau im walde

 

Visita studio ai produttori aderenti al progetto Marchio Qualità Trentino (13 aprile 2018)

Pranzo agritour Val di SoleNella visita studio ad alcuni produttori che hanno aderito con entusiasmo al progetto Marchio di qualità Trentino gli studenti hanno potuto toccare con

mano come la qualità possa diventare strumento di sostenibilità economica oltre che ambientale e sociale.

Le visita ad un allevamento di trote a Tione e del caseificio sociale di Mezzana hanno messo in luce come il sistema cooperativo abbia consentito ai produttori di trasformare gli svantaggi del produrre in montagna in un vantaggio competitivo.

Presso l’Agritur Solasna gli studenti hanno sperimentato quanto l’attaccamento al territorio, i temi della sostenibilità e l’entusiasmo siano importanti per un’offerta turistica che colpisce nel profondo il visitatore. Con l’assaggio delle birre prodotte con il luppolo della Val di Non si è concluso il tour delle realtà produttive aderenti al progetto Marchio di Qualità Trentino.

Gli studenti hanno infine raggiunto l’ipermercato Poli di Trento, dove, guidati dalle responsabile marketing, hanno analizzato le modalità espositive con le quali i prodotti con il marchio Qualità Trentino sono proposti ai clienti.

L’obiettivo è infatti quello di valorizzare al meglio le produzioni locali, considerando la territorialità come un elemento distintivo.

Ricerca tesi all'estero

All’interno delle molteplici opportunità offerte agli studenti dell’Università di Trento di andare all’estero gli studenti MaST 

possono beneficiare, in particolare, di un accordo di Ateneo stipulato con la Colorado State University di Fort Collins (USA) e della disponibilità ad accogliere laureandi da parte dell’Università di San Gallo in Svizzera e della Thompson Rivers University in Canada.

Per l’anno accademico 2016-2017 sono stati selezionati due studenti MaST che partiranno a settembre 2017 per il Colorado.

Foto di Giulia Rossi      Foto di Giacomo Rossi

Aggiornato il
9 Maggio 2018