• Livello: Laurea magistrale
  • Classe del corso: LM-51 - Psicologia
  • Lingua in cui si tiene il corso: italiano
  • Modalità di accesso: programmato, selezione per titoli
  • Sede: Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive, Corso Bettini, 84 - 38068 - Rovereto (TN)
     

Tra gli obiettivi del corso c’è anche l’apprendimento fluente della lingua inglese, incluso il lessico specialistico utilizzato nella psicologia.

Sono previsti specifici laboratori per rendere operativa la messa in atto delle competenze acquisite e sono pianificati stage presso strutture esterne o interne.

Il corso di laurea magistrale in Psicologia ha la certificazione EuroPsy che favorisce la mobilità e il riconoscimento del titolo degli psicologi europei.
 

Percorsi

La laurea magistrale in Psicologia si articola in tre percorsi finalizzati all’acquisizione di competenze di base e specialistiche nell’ambito della:

 

Percorso Psicologia Clinica

Questo percorso intende rafforzare le conoscenze teoriche sui principali modelli esplicativi del benessere psicologico, sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento del disagio e dei disturbi psichici nel ciclo di vita in un’ottica multi-approccio ed integrata con le neuroscienze. Mira inoltre a far acquisire le più avanzate competenze metodologiche in ambito psico-diagnostico e a promuovere la comprensione dei differenti modelli di intervento.

Il laureato/ la laureata apprenderà lo studio scientifico e le applicazioni della psicologia in merito alla comprensione, alla prevenzione e all’intervento nelle problematiche psicologiche e relazionali, a livello individuale, famigliare e di gruppo. Acquisirà inoltre le conoscenze relative alla promozione del benessere psicosociale e alla gestione (valutativa e di sostegno) della psicopatologia.

 

 

Percorso Neuroscienze

Questo percorso è finalizzato a consolidare le conoscenze specialistiche sui principali modelli teorici e sulle basi neurobiologiche dei processi cognitivi e affettivi e dei relativi disturbi conseguenti a patologie dello sviluppo, acquisite o degenerative e a far acquisire competenze sui metodi di studio più avanzati di tali funzioni e sulle principali tecniche di riabilitazione in ambito neuropsicologico.

Il laureato/ la laureata apprenderà in primo luogo i principali modelli teorici e basi neurobiologiche dei processi cognitivi e affettivi nonché i principali metodi comportamentali, neuropsicologici e psicofisiologici per lo studio di tali funzioni in ambito clinico e di ricerca. Acquisirà inoltre le conoscenze relative ai meccanismi funzionali, alle basi neurobiologiche e alla riabilitazione dei principali disturbi delle funzioni cognitive e affettive conseguenti a patologie dello sviluppo, acquisite o degenerative.

 

 

Percorso di Psicologia delle Risorse Umane e delle Organizzazioni

Questo percorso si focalizza sulle conoscenze e competenze necessarie per lavorare in contesti organizzativi complessi e per gestire in modo efficace le risorse umane ivi presenti. In particolare, l’obiettivo è quello di fornire gli elementi conoscitivi per la comprensione e l'utilizzo di tecniche di valutazione, di analisi dei dati e di costruzione di disegni di ricerca/intervento e della loro valutazione. E’ approfondita inoltre la dimensione psicosociale del comportamento organizzativo e dell’interazione tra persone e gruppi, anche in riferimento ai cambiamenti legati all’invecchiamento e alla innovazione dei modelli organizzativi.

Il laureato/ la laureata apprenderà i principali strumenti per la valutazione, selezione, formazione e orientamento scolastico e professionale e inoltre sarà capace di progettare interventi a livello individuale, di gruppo e organizzativo. Particolare attenzione sarà inoltre dedicata al benessere organizzativo.

Studiare Psicologia delle Risorse Umane e delle Organizzazioni in UniTrento: specificità del percorso, team di ricerca, eventi

 

 

Profili professionali

Psicologia clinica

Le laureate e i laureati acquisiscono conoscenze e capacità di comprensione specifiche legate ai diversi aspetti del disagio psicologico (basi neurobiologiche e psicosociali).

Per quanto riguarda i metodi di indagine specifici nell'ambito della psicologia clinica, le laureate e i laureati avranno approfondito le tecniche e le competenze legate agli strumenti specifici utilizzati nei metodi di indagine nell'ambito clinico, quali il colloquio, le diverse tipologie di test, le tecniche di osservazione e il rilevamento di misure fisiologiche.

Infine, le competenze acquisite verteranno anche sui principali modelli di intervento psicologico quali il counseling, la riabilitazione e la psicoterapia.

Il percorso in Psicologia Clinica prepara dunque laureate e laureati che possono lavorare in ambito clinico nel settore pubblico e privato, esercitando le competenze riguardanti:

  • la psicodiagnostica: l’analisi della domanda, il processo psicodiagnostico attraverso i test, il colloquio clinico e l’osservazione
  • l’intervento psicologico: la pianificazione, implementazione e valutazione di interventi di prevenzione, di riabilitazione e di sostegno rivolti a individui, coppie o gruppi di differenti fasce di età.
     

Neuroscienze

Il percorso Neuroscienze prepara una laureata / un laureato magistrale in Psicologia caratterizzato da una elevata specializzazione e dalla capacità di operare in completa autonomia professionale sulla base di conoscenze specifiche nell’ambito della rieducazione dei disturbi cognitivi, svolgendo la propria attività in due principali ambiti operativi:

  • la ricerca in neuroscienze (laboratori di ricerca, IRCCS)
  • l’intervento nella diagnosi e nella riabilitazione dei disturbi neuropsicologici (ASL, Ospedali, centri di cura).
     

Psicologia delle Risorse Umae e delle Organizzazioni

La figura della psicologa / dello psicologo delle risorse umane e delle organizzazioni troverà realizzazione negli ambiti della vita delle organizzazioni complesse, private e pubbliche, e nelle agenzie di settore gestione delle risorse umane (reclutamento, selezione, progettazione delle carriere e counseling; ecc.):

  • formazione degli individui nei diversi ambiti lavorativi delle aziende e delle istituzioni, pubbliche e private, sia nella fase di ingresso che in itinere
  • diagnosi e intervento organizzativo (gestione dei gruppi di lavoro; facilitazione del cambiamento organizzativo; consulenza organizzativa).

Assieme al tirocinio professionalizzante della durata di un anno, la laurea magistrale in Psicologia è uno dei requisiti necessari per l’ammissione all’esame di Stato per l’iscrizione all’albo degli Psicologi (sezione A).

Aggiornato il
3 Luglio 2020