Il tirocinio è un’esperienza formativa professionalizzante coerente con il percorso di studio seguito dagli studenti e dalle studentesse dei corsi di laurea del Dipartimento di Economia e Management. Ha lo scopo di consentire allo studente un riscontro ed un arricchimento delle nozioni apprese nel corso degli studi universitari e di orientare le future scelte professionali.

Puoi iniziare lo stage se hai conseguito almeno 84 CFU (crediti formativi universitari). Eventuali deroghe motivate, concesse per non più di 12 crediti formativi complessivi, devono essere richieste alla delegata di Dipartimento per i tirocini.

Il tirocinio deve rispettare le disposizioni di legge e del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento del Dipartimento di Economia e Management.

 

Tipologie di tirocinio

 

Tirocinio nell’ambito dell’accordo
con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento e Rovereto

Il tirocinio, svolto presso uno studio professionale convenzionato con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento e Rovereto, è mirato a favorire una forte integrazione tra formazione universitaria e pratica professionale. E' inoltre valido l’esonero dallo svolgimento della prima prova scritta per l’abilitazione alla professione di Dottore Commercialista
 

Requisiti per poter fare il tirocinio

Devi avere già sostenuto un certo numero di crediti formativi universitari (CFU) di esami in determinati settori scientifico disciplinari (SSD):

  • almeno 24 CFU in SECS-P/07 Economia aziendale
  • almeno 15 CFU in
    SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese
    SECS-P/09 Finanza aziendale
    SECS-P/10 Organizzazione aziendale
    SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari
     

Come avviare il tirocinio

Durata, date di inizio e termine, sospensioni

Durata: 18 mesi, di cui 6 curriculari, comprensivi del periodo dedicato alla stesura della relazione finale.
Maggiori informazioni su date di inizio e termine, eventuali sospensioni, orari di tirocinio e assenze leggi l’art. 3 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Tutor universitario e tutor aziendale

Il tutor universitario è il responsabile didattico del tirocinio.
Devi individuare un/ una docente che ti possa seguire durante il tirocinio in qualità di tutor universitario. La delegata di Dipartimento (i cui contatti sono disponibili in fondo a questa pagina) può fornire indicazioni per la ricerca di un tutor universitario.

Il tutor aziendale è individuato dal soggetto ospitante il tirocinio.

Ruolo e attività del tutor universitario e del tutor aziendale sono descritti all’articolo 7 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Al termine del tirocinio

Per il riconoscimento della attività di tirocinio devi:

  1. seguire la procedure di termine tirocinio previste dall'Ufficio Job Guidance (per la relazione finale vedi le specifiche indicate all’art. 8 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento)
     
  2. ottenere l’approvazione da parte dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili
    La valutazione del tirocinio è fatta sulla base delle attestazioni indicate dal professionista e dal tirocinante sul libretto di tirocinio rilasciato dall’Ordine. La verifica sull’effettivo svolgimento del tirocinio spetta all’Ordine, in sede di apposizione del visto semestrale sul libretto di tirocinio. Il professionista redige una relazione ed esprime il proprio giudizio sull’attività svolta dallo studente. 

Se la prova finale verte sull’esperienza di tirocinio, il tirocinio è valutato secondo le modalità previste dal Regolamenti didattico del corso.

Per l’abilitazione alla professione di Esperto Contabile è obbligatorio avere svolto un periodo di tirocinio presso lo studio di un professionista iscritto all'Albo, così come previsto dalla normativa vigente.

 

Tirocinio presso un'azienda / un ente in Italia

Individua il soggetto ospitante:

  • tramite le proposte dell’Ufficio Job Guidance
  • in maniera autonoma (il progetto di stage deve essere valutato favorevolmente dal Delegato di Dipartimento, eventualmente previo parere positivo del tutor universitario).
     

Come avviare il tirocinio

Segui le procedure di attivazione e svolgimento stage previste dall'Ufficio Job Guidance.

 

Durata, date di inizio e termine, sospensioni

Durata: minimo di 8 settimane - massimo di 6 mesi, comprensivi del periodo dedicato alla stesura della relazione finale.
Se scegli la redazione di un elaborato di tirocinio per l'esame di prova finale, il tirocinio deve durare almeno 4 mesi.

Maggiori informazioni su date di inizio e termine, eventuali sospensioni, orari di tirocinio e assenze leggi l’art. 3 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Tutor universitario e tutor aziendale

Il tutor universitario è il responsabile didattico del tirocinio.
Devi individuare un/ una docente che ti possa seguire durante il tirocinio in qualità di tutor universitario. La delegata di Dipartimento (i cui contatti sono disponibili in fondo a questa pagina) può fornire indicazioni per la ricerca di un tutor universitario. 

Il tutor aziendale è individuato dal soggetto ospitante il tirocinio. 

Ruolo e attività del tutor universitario e del tutor aziendale sono descritti all’articolo 7 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Al termine del tirocinio

Per il riconoscimento della attività di tirocinio segui la procedure di termine tirocinio prevista dall'Ufficio Job Guidance (per la relazione finale vedi le specifiche indicate all’art. 8 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

Se la prova finale verte sull’esperienza di tirocinio, il tirocinio è valutato secondo le modalità previste dal Regolamento didattico del corso.

 

Tirocinio all'estero

Il tirocinio può essere svolto:

Come avviare il tirocinio

Segui la procedura per l’attivazione e lo svolgimento del tirocinio indicata sul sito International nella sezione Opportunità internazionali per studenti di laurea, laurea magistrale e dottorato alla voce Bando unico per tirocinio all’estero.

Lo svolgimento del tirocinio deve avvenire sulla base di quanto stabilito nel Learning Agreement for Traineeship.

 

Durata, date di inizio e termine

Durata: minimo di 2 mesi (60 giorni) e le ore settimanali minime sono 32.
Se scegli la redazione di un elaborato di tirocinio per l'esame di prova finale, il tirocinio deve durare almeno 4 mesi.
Non sono previste assenze o interruzioni della mobilità, se non per motivi di forza maggiore. 

 

Tutor universitario e tutor aziendale

Tutor universitario

Come individuare il tutor

Il tutor aziendale è individuato dal soggetto ospitante il tirocinio. 

Ruolo e attività del tutor universitario e del tutor aziendale sono descritto nell’articolo 7 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Al termine del tirocinio

Segui le procedure comunicate via email dall’ufficio mobilità internazionale.

 

Tirocinio interno

Il tirocinio interno è un'attività formativa inerente al proprio percorso di studi da svolgere presso laboratori, Dipartimenti o strutture amministrative dell'Ateneo.

Come avviare il tirocinio

Scrivi il progetto di tirocinio interno.

Due copie del progetto di tirocinio interno vanno fatto firmare, entrambe in originale:

  • nel caso di stage di ricerca, solo dal docente referente presso il laboratorio/Dipartimento
  • nel caso di stage presso Uffici amministrativi, sia da un docente del proprio corso di studio (tutor universitario), sia dal tutor della Struttura ospitante

Una copia del progetto firmato in originale va lasciato alla Struttura ospitante e l'altra copia resta dal tirocinante.

 

Durata, date di inizio e termine, sospensioni

Durata: minimo di 8 settimane - massimo di 6 mesi, comprensivi del periodo dedicato alla stesura della relazione finale.
Se scegli la redazione di un elaborato di tirocinio per l'esame di prova finale, il tirocinio deve durare almeno 4 mesi.

Maggiori informazioni su date di inizio e termine, eventuali sospensioni, orari di tirocinio e assenze leggi l’art. 3 del Regolamento del tirocinio formativo e di orientamento.

 

Al termine del tirocinio

A conclusione dell’attività formativa, lo studente dovrà presentare al docente responsabile per i tirocini del proprio percorso di studio (vedi contatti):

Se la prova finale verte sull’esperienza di tirocinio, il tirocinio è valutato secondo le modalità previste dal Regolamento didattico del corso.

Aggiornato il
12 Maggio 2020