MyUnitn

Il corso, dopo un primo anno in comune, prevede un secondo anno suddiviso in esami obbligatori e quattro opzioni formative:

  • Strutture
  • Riabilitazione
  • Infrastrutture e geotecnica
  • Progettazione integrata degli edifici.

Primo anno - percorso comune

Insegnamenti obbligatori

Lingua straniera (livello B2 - CEF)

Per la prova di conoscenza della lingua straniera sono validi una certificazione rilasciata da un Ente ufficiale riconosciuto dalla Facoltà oppure, in mancanza, l’esito, espresso con i gradi “approvato” e “non approvato”, della prova di esame effettuata da esperti linguistici in servizio presso il Centro Interfacoltà per l’Apprendimento Linguistico dell’Ateneo (CIAL), secondo modalità concordate con la Facoltà e con la supervisione di un docente delegato dal Preside per il coordinamento di tali attività.

3 crediti

Geotecnica

Impiegando la meccanica dei solidi e dei fluidi si analizza il comportamento del terreno e si descrivono le indagini in sito e in laboratorio necessarie per la definizione del modello geotecnico del sottosuolo. Nel corso vengono sviluppate, pertanto, le conoscenze sul comportamento meccanico delle terre e delle rocce e, quindi, sui metodi e procedimenti per le analisi delle strutture geotecniche in condizioni limiti e di esercizio. L’obiettivo è di fornire le competenze di base necessarie per la progettazione di strutture geotecniche.

9 crediti

Sicurezza strutturale

Il corso intende fornire all’allievo le conoscenze di base necessarie ad impostare la progettazione strutturale di tipiche costruzioni dell’ingegneria civile in accordo alle specifiche normative nazionali ed internazionali. Tali obiettivi potranno essere raggiunti attraverso la comprensione degli aspetti basilari che contraddistinguono il ruolo ed il funzionamento dell'impianto strutturale delle costruzioni, dei principi fondamentali e dei criteri operativi riguardanti la verifica della sicurezza strutturale. Lo sviluppo di semplici esempi applicativi consentiranno allo studente l’approfondimento delle tematiche affrontate durante il corso.

6 crediti

Teoria e dinamica delle strutture

Il corso è diviso in due moduli. Nel primo modulo (Teoria delle strutture) vengono illustrati temi di meccanica strutturale complementari a quelli presentati nei corsi di primo di livello di Scienza delle costruzioni: comportamento anelastico dei materiali di impiego strutturale, analisi limite delle strutture, teoria strutturale per piastre e gusci. Nel modulo Dinamica delle strutture vengono affrontati i fondamenti della dinamica delle costruzioni, essenziali allo studio e alla comprensione del comportamento di edifici e strutture in condizioni di sollecitazione non riconducibili al consueto ambito statico (per esempio, sollecitazioni di origine sismica o eolica, o dovute a vibrazioni indotte da una macchina).

12 crediti

Tecnica urbanistica

Il corso introduce l’allievo ai temi dell’ambiente, del territorio e della città e ne completa il percorso formativo in senso progettuale. Fornisce strumenti di analisi e di intervento per la redazione di piani e progetti urbani tenendo conto del più ampio contesto paesaggistico e territoriale. Approfondisce le conoscenze e sviluppa le abilità degli allievi mediante una esperienza progettuale relativa ad uno specifico contesto urbano.

9 crediti

Costruzioni idrauliche

Il corso di Costruzioni idrauliche intende fornire agli studenti una panoramica delle opere idrauliche principali e una sintesi del quadro legislativo che le riguarda. In particolare però il corso intende fornire gli strumenti idrologici di calcolo per il dimensionamento dei sistemi di drenaggio urbano, introdurre all'idrologia delle risorse idriche alla base della progettazione dei sistemi acquedottistici e richiamare le nozioni di calcolo delle reti idriche in pressione. Il corso è quindi propedeutico al corso di Costruzioni Idrauliche II, che entrerà nel dettaglio costruttivo delle opere. Il corso fornisce infine la conoscenza degli adeguati strumenti di calcolo statistico (il linguaggio/ software R), di calcolo delle portate di piena con assegnato tempo di ritorno in ambito urbano (trento_p) e di calcolo delle reti in pressione (Epanet) con i quali verranno approntate, a cura degli studenti, dei casi di studio.

6 crediti

Fondazioni

Il corso si propone di illustrare i metodi costruttivi, gli aspetti teorici, i metodi di calcolo ed i metodi empirici collegati al progetto delle fondazioni superficiali e profonde. Gli aspetti applicativi sono privilegiati con l'obiettivo di fornire agli allievi gli strumenti pratici necessari per affrontare i problemi più tipici della progettazione geotecnica. I principali argomenti trattati sono: le fondazioni superficiali agli stati limite ultimo e di esercizio, l'interazione terreno-fondazione-struttura, le fondazioni profonde, sottoposte sia a carichi verticali che orizzontali, agli stati limite ultimo e di esercizio.

6 crediti

Tecnica delle costruzioni in c.a. e acciaio

Scopo del corso è fornire allo studente le basi teoriche necessarie al dimensionamento di semplici elementi strutturali in conglomerato cementizio armato ed in acciaio, con particolare riferimento alla progettazione agli stati limite. Lo sviluppo di semplici esempi applicativi svolti nel rispetto della normativa tecnica nazionale ed europea consentiranno allo studente di rielaborare ed approfondire i contenuti delle lezioni teoriche.

12 crediti

 

 

Secondo anno - percorso comune

Insegnamenti obbligatori

Ingegneria sismica e progettazione strutturale

Il primo modulo fornisce gli strumenti metodologici e operativi per affrontare la progettazione e l'analisi di strutture a tipologia corrente in zona sismica. Più in dettaglio, il corso tratta la dinamica strutturale applicata al problema sismico, la quale è dedicata alla comprensione e allo studio delle procedure di calcolo e misura della risposta dinamica delle strutture, con particolare attenzione all'eccitazione sismica. Successivamente, si presentano gli elementi di sismologia dove si trattano i fondamenti della sismologia applicata e si affronta la valutazione del rischio sismico su scala territoriale. Quindi si rivolge l'attenzione all'ingegneria sismica che comprende i criteri per l'analisi strutturale in zona sismica e le indicazioni per una corretta progettazione di nuove costruzioni o di riabilitazione delle costruzioni esistenti. Il secondo modulo integra le conoscenze sul comportamento degli elementi snelli in cemento armato con quelle relative al comportamento degli elementi tozzi, degli elementi bidimensionali caricati nel piano e fuori dal piano, degli elementi tridimensionali quali i nuclei di controvento e le gabbie scale. In particolare viene sviluppato, dal punto di vista statico, il tema progettuale degli edifici civili, a partire dalla concezione strutturale, scelta degli elementi costruttivi orizzontali e verticali, scelta e dimensionamento degli elementi di controvento. Le conoscenze teoriche acquisite nei due moduli saranno quindi utilizzate per la realizzazione di un elaborato progettuale relativo ad un edificio ad uso residenziale.

6 crediti

Ingegneria sismica e progettazione strutturale

Il primo modulo fornisce gli strumenti metodologici e operativi per affrontare la progettazione e l'analisi di strutture a tipologia corrente in zona sismica. Più in dettaglio, il corso tratta la dinamica strutturale applicata al problema sismico, la quale è dedicata alla comprensione e allo studio delle procedure di calcolo e misura della risposta dinamica delle strutture, con particolare attenzione all'eccitazione sismica. Successivamente, si presentano gli elementi di sismologia dove si trattano i fondamenti della sismologia applicata e si affronta la valutazione del rischio sismico su scala territoriale. Quindi si rivolge l'attenzione all'ingegneria sismica che comprende i criteri per l'analisi strutturale in zona sismica e le indicazioni per una corretta progettazione di nuove costruzioni o di riabilitazione delle costruzioni esistenti. Il secondo modulo integra le conoscenze sul comportamento degli elementi snelli in cemento armato con quelle relative al comportamento degli elementi tozzi, degli elementi bidimensionali caricati nel piano e fuori dal piano, degli elementi tridimensionali quali i nuclei di controvento e le gabbie scale. In particolare viene sviluppato, dal punto di vista statico, il tema progettuale degli edifici civili, a partire dalla concezione strutturale, scelta degli elementi costruttivi orizzontali e verticali, scelta e dimensionamento degli elementi di controvento. Le conoscenze teoriche acquisite nei due moduli saranno quindi utilizzate per la realizzazione di un elaborato progettuale relativo ad un edificio ad uso residenziale.

6 crediti

18 crediti a scelta nell'ambito di una delle opzioni formative:

18 crediti

Insegnamento a scelta 1

Un insegnamento a scelta tra quelli proposti dal Manfesto del corso di studio.

6 crediti

Insegnamento a scelta 2

Un insegnamento a scelta tra quelli proposti dal Manfesto del corso di studio.

6 crediti

Prova finale

Il lavoro di tesi consiste nello svolgimento di un’attività originale di progettazione o di ricerca e costituisce un'importante occasione di acquisizione di capacità operative, di apprendimento di tecniche e strumenti di analisi, di elaborazione di schemi interpretativi e di sviluppo di procedure. La prova finale è rivolta a valutare la maturità scientifica raggiunta dallo studente, l’autonomia di giudizio e la padronanza degli argomenti, la capacità di operare in modo autonomo e l’abilità di comunicazione. La discussione è rivolta anche a valutare la preparazione generale dello studente in relazione ai contenuti formativi appresi nel corso di studio.

15 crediti

 

Secondo anno - opzione formativa "Strutture"

Insegnamenti obbligatori

Instabilità delle strutture

Il corso affronta temi propri della Meccanica Strutturale, approfondendo alcuni aspetti appena accennati nell'ambito del corso di Scienza delle Costruzioni ed esaminandone di nuovi, con particolare riferimento ai fondamenti della teoria della stabilità dell'equilibrio elastico delle strutture. Finalità specifica del corso è dotare lo studente degli strumenti necessari per la comprensione e l'applicazione di modelli dell'analisi strutturale, quando si rimuovano, di volta in volta, alcune ipotesi normalmente adottate in ambito progettuale (linearizzazione delle equazioni di equilibrio riferite alla configurazione indeformata, comportamento meccanico elasticolineare), integrandone la formazione meccanica con quegli argomenti che non possono trovare spazio nel solo corso di Scienza delle Costruzioni. Nel corso l'attenzione viene rivolta a vari fenomeni di instabilità che possono coinvolgere sia elementi strutturali isolati (problemi come il carico di punta di aste compresse, fenomeni di instabilità flesso-torsionale, instabilità laterale ecc.) che strutture nel loro complesso (collasso per instabilità di telai o archi), dei quali il progettista di strutture dovrebbe essere conscio, specie quando deve affrontare strutture leggere.

6 crediti

Costruzioni in acciaio

Il corso si propone di fornire all’allievo le conoscenze necessarie alla progettazione delle strutture composte acciaiocalcestruzzo e di approfondire alcune specifiche tematiche relative alla progettazione di strutture in acciaio. Lo sviluppo di esempi applicativi consentiranno allo studente l’approfondimento delle tematiche affrontate durante il corso.

6 crediti

Costruzione di ponti

L'analisi e la progettazione dei ponti costituiscono l'obiettivo del corso. Il campo di indagine della Teoria e Progetto di Ponti interessa l'approfondimento dei problemi metodologici relativi all’analisi nonchè all'impiego di metodi automatici di calcolo, con particolare riferimento al metodo degli elementi finiti e ai metodi analitici semplificati. Successivamente sono esaminati in dettaglio i problemi statici e dinamici dovuti alle azioni ambientali (sisma, vento, variazioni termiche, ecc.) e di traffico veicolare specifici delle diverse classi di opere. Infine, seguono gli approfondimenti relativi alle tecniche di progettazione per le diverse tipologie di strutture con costante riferimento alla normativa nazionale e internazionale.

6 crediti

 

Secondo anno- opzione formativa "Riabilitazione"

Insegnamenti obbligatori

Costruzioni in legno

Il corso si concentra sulle costruzione in legno, articolandosi nelle seguenti tematiche: materiale, elementi strutturali, organismo strutturale. Saranno in particolare trattati gli aspetti legati alla caratterizzazione meccanica del materiale, alla durabilità, alla sicurezza nei confronti dell'incendio, alla scelta e dimensionamento dei collegamenti, alla concezione strutturale.

6 crediti

Recupero e conservazione degli edifici

Il progetto del recupero e/o della conservazione degli edifici coinvolge, quasi sempre, più ambiti disciplinari. Tuttavia il corso intende approfondire, in modo particolare, gli importanti aspetti dell'analisi dimensionale e della lettura tecnicocostruttiva dell’organismo edilizio, aspetti che vengono introdotti nella prima parte del corso. Nella seconda parte, sono invece trattati aspetti tecnico-costruttivi connessi alle tecnologie per il recupero. L'analisi e le soluzioni progettuali sono articolate per elementi di fabbrica, per ciascuno dei quali si esaminano le caratteristiche tipologiche e costruttive, le cause di degrado, le principali tecniche di risanamento o di sostituzione degli elementi costruttivi. In questa seconda parte, preliminarmente, si procede ad un'ampia disamina delle caratteristiche tipologiche e costruttive degli elementi di fabbrica. Si ritiene infatti di importanza fondamentale, sia nella fase di analisi sia nel momento di sintesi progettuale, che il futuro professionista abbia una conoscenza sufficientemente esaustiva degli elementi utilizzati e delle tecniche costruttive mediante le quali sono state realizzate le parti su cui si intende intervenire.

6 crediti

Riabilitazione strutturale

Sono affrontate le problematiche legate ai dissesti delle costruzioni in generale, in particolare di quelle in muratura, legno, calcestruzzo armato e metalliche. Sono trattati i problemi legati ai materiali e ai criteri per l'analisi dei dissesti. Sono quindi esaminate differenti tecniche di intervento, in modo tale da permettere di: a) identificare le condizioni statiche di una struttura; b) conoscere e analizzare le differenti tecniche di intervento; c) capire i problemi, anche di responsabilità professionale, insiti nelle strategie di intervento o non intervento; d) analizzare le richieste di progetto e relazionarle con i criteri di monitoraggio e consolidamento.

6 crediti

 

Secondo anno - Opzione formativa "Infrastrutture e geotecnica"

Insegnamenti obbligatori

Opere di sostegno

Il corso intende fornire gli elementi applicativi che permettono di progettare e verificare alcune opere di interesse per la geotecnica, in particolare quelle inerenti le opere di sostegno,la stabilità dei pendii naturali ed artificiali. Vengono inoltre forniti alcuni strumenti per la valutazione dei rischi naturali con particolare riferimento al rischio da frana anche nell’ottica di una gestione sostenibile del territorio. Obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti gli strumenti applicativi per la progettazione e la verifica della stabilità di opere di sostegno, con particolare riguardo alle opere cosiddette rigide e flessibili, sottolineando l’importanza del problema dell’interazione terreno-struttura. Inoltre sono trattati in modo specifico i problemi di stabilità dei pendii naturali e della sicurezza dei medesimi con riguardo alla vulnerabilità e al rischio da frana.

6 crediti

Costruzione di strade

Argomenti e quindi obiettivi del corso risultano le verifiche funzionali delle infrastrutture stradali e i principi costruttivi delle stesse. Con riferimento al primo argomento vengono illustrati i criteri per la valutazione del Livello di Servizio delle strade a flusso ininterrotto e delle intersezioni lineari, a rotatoria, semaforizzate. Nel secondo gruppo di argomenti si affrontano, con taglio sintetico, i principali problemi relativi ai materiali, alle tecniche e al controllo nella realizzazione del solido stradale. Particolare enfasi è riservata al proporzionamento e alla verifica delle pavimentazioni stradali. Il corso prevede, a fini esercitativi, oltre allo svolgimento di esemplificazioni numeriche sulle applicazioni dell'Ingegneria del Traffico, la redazione di un elaborato progettuale avente come tema il proporzionamento di una strada di tipo extraurbano secondario.

6 crediti

Costruzioni in sotteraneo

Il corso è un’applicazione della meccanica delle terre e delle rocce alla progettazione delle opere in sotterraneo. I principali temi trattati sono la scelta del tracciato, le previsioni sui metodi di scavo, il dimensionamento dei sostegni provvisori, il progetto degli eventuali procedimenti speciali, la valutazione degli effetti in superficie, il calcolo del rivestimento definitivo, il piano delle misure di controllo durante il corso dei lavori ed in fase di esercizio.

6 crediti

 

Secondo anno - opzione formativa "Progettazione integrata degli edifici"

Insegnamenti obbligatori

Architettura e tecniche per l'edilizia sostenibile

Obiettivo principale del corso è quello di fornire agli studenti un metodo e delle conoscenze avanzate per affrontare la progettazione di organismi edilizi nei quali sia risolto in maniera ottimale il problema del benessere abitativo e del rispetto/utilizzo del sistema ambientale circostante nel quale l’edificio è inserito. Durante il corso verranno presentate e discusse le tecniche e le soluzioni costruttive per un’architettura sostenibile, con particolare riferimento al benessere termico, acustico e visivo negli spazi confinati, alla progettazione bioclimatica e ai sistemi solari passivi, all’edificio passivo e alla ventilazione naturale.

6 crediti

Organizzazione del cantiere

Il corso intende fornire le basi per preparare i professionisti corrispondenti alle classiche figure di direttore di cantiere, direttore/titolare di impresa edile appaltatrice, controllore/ispettore di cantiere e, nel contempo, intende puntualizzare il rapporto tra le attività di direttore dei lavori e di organizzazione del cantiere. L'ordinata conoscenza delle problematiche connesse con il processo realizzativo di un'opera, in particolare in ambito architettonico - edilizio, deve potersi esplicare in una corretta organizzazione del cantiere, quale mezzo per perseguire, in regime di sicurezza, il buon risultato finale dell'opera, riguardato dalla parte sia del Committente sia dell'Impresa costruttrice. Il corso tratta anche gli aspetti giuridici della materia (legislazione, normative e regolamenti di attuazione, obblighi contrattuali) differenziando gli aspetti legati ai lavori pubblici o alla committenza privata, alle grandi o alle piccole opere. Saranno inoltre trattati i principi e i metodi di progettazione e programmazione (cronogrammi, analisi economiche - produttive ecc.).

6 crediti

Tecnica del controllo ambientale

L'obiettivo è di fornire elementi sulle caratteristiche dell'involucro degli edifici e degli impianti di climatizzazione che consentano di interagire con il processo progettuale e/o di gestirlo direttamente nel caso di piccole realizzazione. I contenuti comprendono nozioni sul comfort ambientale (termoigrometrico, acustico ed illuminotecnico), sulle caratteristiche termofisiche dell'involucro, sugli impianti di climatizzazione, sulla normativa e legislazione relativa al contenimento dei consumi e la certificazione energetica.

6 crediti

 

Note:

Al primo anno gli studenti laureati a Trento secondo l'Ordinamento ex DM 509/99 devono seguire un manifesto specifico.

Aggiornato il
22 Novembre 2018